Non ci saranno strade che passeranno per piazza XXI Settembre in futuro. La piazza sarà totalmente pedonalizzata dopo che il piano particolareggiato diventerà legge (oggi pomeriggio) e dopo che, grazie ad esso, sarà costruita la nuova strada esterna alla piazza (via Roma - via Rimembranze).
Sulla pedonalizzazione di piazza XXI Settembre, il salotto buono della città, l’area che si affaccia sulle mura, c’è la rassicurazione del partito di maggioranza, il Pd. Il coordinatore del partito, Sebastiano Pasero, pone l’ “alto là” alla proposta di mantenere in futuro una strada sotto le mura.
A chi chiede ancora auto e camion a danneggiare l’immagine, la staticità, la patina superficiale delle mura, il Pd dice un secco no. “La pedonalizzazione di Piazza XXI Settembre non è negoziabile.
E’ il presupposto fondamentale dell’operazione della valorizzazione di un’area strategica per la città, in particolare per il centro storico. Il piano particolareggiato che sarà esaminato oggi dal consiglio comunale relativamente alle osservazioni, a differenza di quanto strillato finora da qualche voce, peraltro isolata, ha come obiettivo non solo di dar luogo a una riqualificazione edilizia in un’area per tanti aspetti incompiuta, ma soprattutto di dare agli amerini la piazza principale della città libera dalla viabilità, quindi luogo di ritrovo e di accesso al centro storico”.
La pedonalizzazione completa della piazza, obiettivo del piano particolareggiato (insieme alla costruzione di edifici e parcheggi interrati), viene messa in discussione in questi giorni da una osservazione.
Le osservazioni sono proposte di modifica presentate da semplici cittadini, da associazioni e da categorie produttive.
Su queste osservazioni il consiglio comunale è chiamato oggi pomeriggio ad esprimersi con un voto. Ad ogni proposta di modifica (ce ne sono 9, alcune articolate in più punti) il consiglio dovrà dire sì o no, accogliere o respingere.
“Massima attenzione quindi -dice Pasero con ironia- ad eventuali osservazioni che vogliono mantenere il passaggio delle auto, massima attenzione alla cosiddetta strada di servizio, tanto cara a chi pure finora ha gridato alla inverosimile colata di cemento e che guarda con grande interesse alle auto nelle piazza, magari nella convinzione di assicurare un maggiore flusso a questo o quell'immobile, a questa o quella attività.
Non è così che si è coerenti.
Non è così che si rispetta un piano particolareggiato che impostato dalla giunta Bellini e portato avanti da quella Sensini rappresenta un grande atto di coraggio e di lungimiranza, una risposta ai signori del no, ai conservatori dello smog, a quelli che vorrebbero tutto fermo, per poi magari salire sul pulpito e dire che ad Amelia non si fa nulla.
I fatti, il lavoro delle amministrazioni di centrosinistra, le pochissime osservazioni pervenute, dimostrano che la strada intrapresa è quella giusta, che le amministrazioni hanno lavorato bene, che il Pd si è speso con forza per dare sostegno all’approvazione e al miglioramento del progetto, senza farsi prendere dagli isterismi e dal qualunquismo da forum”.



0 commenti

Cerca su Amelia Notizie

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione