Amelia: la sfida degli sbandieratori italiani

Per la prima volta il campionato nazionale sbandieratori e musici verrà ospitato ad Amelia. In una tre giorni ricca di eventi e protagonisti previsti per l'attesissima XXIX Parata nazionale della bandiera Lis (Lega italiana sbandieratori), che renderà di certo viva la città, da venerdì 10 a domenica 12.
"Amelia si è conquistata l'onore di essere stata scelta come sede per il campionato - osserva l'assessore al turismo e alle associazioni Franco Santarelli - scelta per di più tra due grandi città, Lucca e Camaiore."
Nella città del Germanico - nella cui sala al museo è stata presentata ieri la parata - a sfidarsi saranno 28 compagnie di sbandieratori e musici provenienti da tutta Italia, appertenenti alla Lis: i gruppi provenienti da Grugliasco, Alba, Costigliole d'Asti, Urgnano, Chiari, Legnano, Lachiarella, due di Ventimiglia, Quattro Castella, Gallicano, Lucca, Camaiore, Città della Pieve, Montefalco, Città di Corinaldo, Soriano nel Cimino, Viterbo, Lucera, Motta Sant'Anastasia, Firenze, Roma, Calvi dell'Umbria, Fermo, Terra del Sole, Floridia, Torre del Greco, oltre ovviamente ai padroni di casa, gli Sbandieratori e i Musici Città di Amelia.
"Ventotto gruppi, 1500 atleti circa, insieme ai loro accompagnatori - afferma Santarelli - che soggiorneranno ad Amelia, portando un ritorno economico per la città e per le diverse attività economiche presenti davvero importante, che si stima intorno ai 250.000 euro. Finanziare questo evento è stato investire sulle potenzialità di Amelia. É il frutto di un'accurata programmazione, che nel 2007 ha visto la parata ragionale, nel 2008 quella dell'Italia centrale, nel 2009 la parata nazionale. Per far conoscere Amelia, il comprensorio e la provincia in tutta Italia. Il motto è ‘storia, ambiente, arte e culturà. In un percorso iniziato a luglio con il Palio dei Colombi, proseguito ad agosto con il Ferragosto Amerino e la festa dell'Assunta promossa dalla Pro loco, ora con il campionato degli sbandieratori, per giungere poi, dal 24 al 26, alle Giornate europee del patrimonio. Stiamo dando dignità al prodotto Amelia nell'ambito del nostro progetto Città della storia. Ringrazio il sindaco Sensini che mi ha dato carta bianca nell'organizzazione dell'evento, con il contributo anche di Comune e Provincia di Terni, Regione Umbria e con il patrocinio del Comune di Roma. Da sottolienare inoltre la fondamentale collaborazione delle associazioni di volontariato di Amelia, la Pro loco - che tra l'altro ha oganizzato anche lo stand enogastronomico - il Cisom - che presterà il proprio servizio e stazionerà con l'autombulanza - l'Ente Palio, le contrade, il Gam, la Comunità Incontro - dove verrà allestito il catering - Amelia in Umbria, oltre alla Confcommercio e al Ditt di Terni."
Presenti alla conferenza stampa, ieri, anche gli sbandieratori di Amelia, il presidente Federico Fanelli e il maestro di bandiera Fabio Barcherini, che si sono detti davvero "orgogliosi". Presente anche il presidente della Lis Alfredo Fazio:
"Questo è il momento più importante della vita associativa Lis e l'espressione delle tradizioni storiche delle città: un patrimonio. Giornate intense da vivere sia dal punto di vista dell'agonismo che dello svago e della vita di gruppo"




0 commenti

Cerca su Amelia Notizie

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione