Il fascino delle Cisterne Romane

Numerosi i visitatori che nel 2012 hanno scelto di addentrarsi nei sotterranei alla scoperta delle cisterne romane, sotto piazza Matteotti. Complesso idraulico edificato circa 2100 anni fa, una delle eccellenze storico-architettoniche-archeologiche di Amelia. I visitatori nel 2012 sono stati infatti circa 2000, stesso numero del 2011. Numerosi, appunto, considerando tra l'altro che le cisterne, per 8 mesi l'anno, sono aperte soltanto il sabato pomeriggio e la domenica. Nel 2011, l'associazione "i Poligonali", che gestisce le cisterne dal 1997, ha lavorato assiduamente per promuovere il bene archeologico. Ha rinnovato ad esempio il sito internet (www.ameliasotterranea.it), rendendolo più interattivo e ha partecipato ad iniziative organizzate da altre associazioni del territorio: con la Pro loco per la notte bianca e l'apertura in notturna delle cisterne; con il club "Il Magnete" per aperture straordinarie; per l'Umbria Water Festival con l'organizzazione di una visita tematica
"L'acqua nel centro storico di Amelia."
"I Poligonali" - associazione composta da amerini competenti, tra cui laureati in lingua, conservazione dei beni culturali, scienze della comunicazione - inoltre hanno garantito, durante l'estate, il funzionamento del Punto informazioni turistiche, in via Roma, insieme alla Pro loco. Di grande successo è stato il concerto del 30 dicembre scorso, "Sottofondi dal sottosuolo", organizzato alle cisterne in collaborazione con il Comune, che ha registrato 140 presenze e grande apprezzamento da parte del pubblico. Previsto il bis dunque per un nuovo concerto di fine anno nel 2013. Diverse sono già le iniziative in programma per quest'anno.
"Vogliamo proseguire in questa direzione - osservano dall'associazione "i Poligonali" - lavorando per promuovere sempre di più non soltanto le cisterne, ma la città, in collaborazione con istituzioni, associazioni e operatori turistici."
Tra l'altro, proprio per le cisterne romane, il sindaco Riccardo Maraga, nel 2011 ha ricevuto il premio "Amelia, meraviglia italiana", alla Camera dei deputati. Il progetto "Meraviglia Italiana" era nato da un'idea del Forum nazionale dei giovani, patrocinato anche dalla Camera dei deputati, dalla Presidenza del consiglio e dai ministeri per i Beni e le Attività Culturali, della Gioventù e del Turismo.
V.t.
Corriere dell'Umbria Mercoledì 6 Marzo 2013




0 commenti

Cerca su Amelia Notizie

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione