II Cantagiro toma a fare tappa in Umbria

partecipa2L'Umbria scalda la voce. Il Cantagiro sta per arrivare. La cinquantunesima edizione dello storico concorso canoro cominciato nel 1962 é pronta ad approdare in Umbria con un'intensa settimana dal 9 al 18 agosto, durante la quale una giuria tecnica e popolare selezionerà i giovani più talentuosi.

La manifestazione, seguita da una carovana di auto e moto d'epoca con il club amerino "Ii Magnete" come capofila regionale, percorrerà un itinerario che toccherà il 9 agosto Montecastello di Vibio, I'11 Avigliano, il 16 Lugnano e il 17 Amelia.

Un'ulteriore tappa é prevista per il 7 settembre a Otricoli, dove si svolgerà la serata live delle band. Alle selezioni parteciperanno cantanti, cantautori, band e lirici umbri dai 15 anni in su. C'é ancora tempo per iscriversi e avere l'occasione di esibirsi rigorosamente dal vivo davanti a una giuria tecnica presieduta dalla direttrice nazionale della kermesse Virginia Barrett e a una giuria popolare.

I vincitori di ciascuna tappa accederanno al gran finale umbro, che si terrà nel mese di settembre molto probabilmente a Temi, dove sarà scelto il talento che rappresenterà la regione nelle semifinali nazionali. Il Cantagiro però non è soltanto musica itinerante riportatasi nelle piazze italiane dopo lunghi anni di "esodo" televisivo e di talent.
É un contenitore culturale che mira a far scoprire le bellezze e le ricchezze regionali, architettoniche, naturalistiche, dell'artigianato, della gastronomia e dell'arte. Sono stati creati pacchetti in collaborazione con il Ditt per consentire a tutti coloro che prendono parte alla carovana del Cantagiro di approfittare del soggiorno nella bassa Umbria per visitare i luoghi più significativi: dalla Valnerina, all'Amerino e fino al Viterbese.

Di questa antica manifestazione, soprattutto, si sono voluti ricreare l'atmosfera vintage, il clima festoso e partecipativo degli anni '60, l'allegria trasmessa dal senso di rinascita. I borghi che ospitano la kermesse faranno un salto all' indietro.

"Sarà una vera e propria rievocazione degli anni '60, a tutto tondo, con mercatini, modelle, truccatori, parrucchieri, animazione, giocattoli, oggetti d'arte - spiega Roberta Martinelli, organizzatrice regionale. Vogliamo rivitalizzare la passione per questo concorso canoro itinerante che negli anni si é andata affievolendo, ma che ha lanciato mostri sacri della musica italiana come Lucio Battisti, Gianni Morandi e Rita Pavone, molto più duraturi dei talenti televisivi e costruiti che si bruciano presto. Il progetto però é più ambizioso - prosegue - perché valorizza l'Umbria come polo d'attrazione turistica e culturale e sta già dando i suoi frutti. La nostra regione é piaciuta molto ai professionisti di livello nazionale con cui collaboriamo e si sta aprendo imo scenario artistico davvero promettente per la provincia di Temi. Aspettatevi una bella sorpresa a breve."

Corriere dell'Umbria Lunedì 5 Agosto 2013





0 commenti

Cerca su Amelia Notizie

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione