La Storia di Amelia

Amelia fu fondata dagli Umbri, secondo le fonti, nel 1134 a.C. L'antica Ameria era un centro fortificato, cinto da una possente cerchia di mura nel III sec.a.C., formata da poderosi blocchi di calcare, di cui si sono conservati ampi tratti. Divenne poi un ricco municipio romano, finchè devastata dai Goti e poi divenuta Comune, si sottomise alla Chiesa nel 1307.Il museo pinacoteca di Amelia è allestito nell'ex Collegio Boccarini, già convento francescano, edificato nel XIII secolo, con un chiostro a doppio loggiato del XVI secolo.L'esposizione comprende materiali eterogenei, per lo più lapidei e di età romana.
Da segnalare una preziosa ara neoattica di marmo del i secolo a.C., decorata con una 'scena di danzà e festoni, un leone funerario ed un capitello ornato di trofei.Tra i dipinti della pinacoteca: tavola del XV secolo raffigurante 'Madonna col Bambino fra i Ss.Giovanni Battista e Francesco', 'Crocifisso e i Ss.Francesco e Olimpiade' di Livio Agresti, 'S.Michele Arcangelo' di Giacinto Gemignani del 1677, 'Sant'Antonio abate' di PierMatteo d'Amelia del 1474-75.
Si segnala inoltre la Collezione Conti-Paldini nella quale figurano opere di Carlo Levi, Corrado Cagli, Fausto Pirandello, Filippo De Pisis, Massimo Campigli e Giuseppe Capogrossi.





0 commenti

Cerca su Amelia Notizie

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione