Al via lunedì prossimo al teatro comunale di Avigliano Umbro "Classinscena 2008/09", iniziativa che ha per protagonisti i ragazzi delle scuole dell'infanzia, elementari e medie di Avigliano, Castel dell'Aquila e Guardea e che si svolgerà nei rispettivi teatri.
Il progetto è stato realizzato con il contributo economico della Regione dell'Umbria, il sostegno della Provincia di Terni e dei comuni di Avigliano e Guardea, sotto la direzione artistica di Massimo Manini attore, autore e regista della compagnia teatrale "Piccoli trasporti teatrali" di Reggio Emilia.
"Siamo partiti - fa sapere Emanuela Agostini assessore con delega alla scuola al comune di Avigliano - da un progetto teatrale che coinvolgeva le scuole elementari, fino ad arrivare ad interessare tutte le fasce d'età, con la scuola dell'infanzia, la scuola media, gli adulti e, da ultimo, l'Unitre."
Il programma si presenta particolarmente ricco, protagonisti saranno i bambini della scuola materna e delle elementari, questi ultimi con opere come "Il mago di Oz" o "i promessi sposi" narrati attraverso i pettegolezzi del personale delle cucine addetto alla preparazione del pranzo nuziale per Renzo e Lucia.
Verranno proiettati film realizzati dagli studenti delle scuole medie dal titolo "Cortomiraggi in collina" e il lungometraggio che ha visto la collaborazione degli iscritti all'Unitre di Avigliano che racconteranno "Il nostro 900" ricordi di vita vissuta del secolo passato.
"Il nostro - precisa il regista Manini - è un modo di fare teatro in cui non ci sono né un copione né ruoli predefiniti.
Si parte da un testo per destrutturarlo e ricomporlo con il contributo creativo dei ragazzi, che, perciò, diventano autori, oltre che attori.
Non a caso abbiamo sempre scelto testi non teatrali, nell'ottica di prediligere il lavoro di costruzione rispetto al risultato finale.
La rappresentazione che ne scaturisce è essenziale in termini scenografici ma altamente efficace, perché, in sostanza, il lavoro maggiore viene svolto sulla comunicazione e la creatività dei protagonisti."
Il progetto si è avvalso della collaborazione di Elena Succhiarelli per la scuola materna ed è stato unanimemente riconosciuto di indubbia valenza didattica dalle dirigenti scolastiche degli istituti interessati, Stefania Cornacchia e Elvira Busà.
Tutti gli appuntamenti sono per le ore 21, è previsto un contributo simbolico di 2,50 euro per l'ingresso al teatro da destinare alla Protezione civile per l'Abruzzo.
La rassegna si concluderà a Guardea il 30 maggio



0 commenti

Cerca su Amelia Notizie

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione